Argomenti

Menu' navigazione Gruppi

CAI BIKE MAROSTICA

 

LA NOSTRA STORIA

Tutto ebbe inizio alcuni anni fa e precisamente nel 2005, quando per un malanno ad un piede dovetti ridurre le mie escursioni e pensai di sostitutire gli scarponi con la bici.

IDEA!!!

Perchè non rendere partecipe la sezione ed organzzare una gita in bici?

Dopo un rapido giro di consultazioni con il presidente e amici vari, nasce l'idea di una due giorni.

Eugenio Nicolli

 


Ciclo-escursionismo? Ciclo-turismo? Bici-turismo? Chiamiamolo come vogliamo, l'importante è che dia belle soddisfazioni a chi lo pratica.
Il ciclo-escursionismo sta contagiando i viaggiatori di tutta Europa e, sia che si tratti di brevi escursioni domenicali o di lunghe vacanze, è adatto a tutti. Chi non ha mai posseduto una bicicletta o trascorso giornate all'aria aperta a bordo del mezzo più ecologico che esista?
E' un modo per rilassarsi, godere lentamente il panorama, praticare un'attività fisica a stretto contatto con la natura ed è, inoltre, una delle formule di vacanza più economica.
Si riportano da internet alcuni versi che fanno proprio al caso nostro:

 

OGNI BICI SULLA STRADA E' UN'AUTO NON USATA
SE PEDALO SON CONTENTO, VADO IN FORMA E BEN MI SENTO,
LA BICICLETTA, TANTO GRADITA, CURA LA TASCA
E ALLUNGA LA VITA.
PRESTA ASCOLTO, DAMMI RETTA, VAI UN POCHINO IN BICICLETTA.

Ci servono soltanto due cose: la bicicletta e la strada.

La strada e' lo spazio che mi sfida con le sue salite e che mi seduce con le sue discese, in cui muovermi o fermarmi, in qualunque momento, per apprezzare l'ambiente attorno.

Andare in bici mi fa sentire vivo e felice.

 

 

 

programma 2017

date
itinerario
direttori di gita

 

23 aprile

 

Ciclabile del Sile

Eugenio Nicolli & Cai Dueville

24-25 giugno

Ciclabile Valtellina-Valchiavenna

 

M.Assunta Polita-Sergio Barazzoni-Eugenio Nicolli

 

15 ottobre

 

Ciclabile Litorale Adriatico

Lignano-Caorle

 

 

Eugenio Nicolli & Cai Bassano

 

 

 

LE NOSTRE USCITE

 

25- 26 GIUGNO 2005

ALTA PUSTERIA IN BICI (Km. 62)

Capigita: Nicolli - Damo - Farronato - Zanocco

1° giorno: Partenza da Cimabanche e giù in bici per la Val di Landro fino a Dobbiaco e San Candido (Km. 22).

2° giorno: San Candido - Sillian - Lienz (Km. 40)

PARTECIPANTI: 50

 

clicca per le foto

 

 

La nuova iniziativa sembra funzionare bene e, visto il tutto esaurito, si programma un'altra due giorni per il 2006.

 

 

24- 25 GIUGNO 2006

IN BICI PER LA VAL VENOSTA (Km. 86 )

Capigita: Nicolli - Damo

1° giorno: Partenza da Resia e, costeggiando l'omonimo lago, giù a Burgusio, la bellissima Glorenza, Prato allo Stelvio, Lasa e Corzes nei pressi di Silandro, dove si cena e si dorme benissimo (Km. 48).

2° giorno: Colazione e via sulla bellissima pista ciclabile per Castelbello, Parcines e Merano (Km. 38).

Note: piccolo incidente... un paracarro taglia la strada ad una bici...

PARTECIPANTI: 52

 

clicca per le foto

 

 

Ormai abbiamo messo il rapporto lungo: non ci ferma più nessuno! Per il 2007 si torna in Val Pusteria per percorrerla in tutta la sua lunghezza.

 

 

30 GIUGNO - 01 LUGLIO 2007

VAL PUSTERIA IN BICI (Km. 108)

Capigita: Nicolli - Damo

1° giorno: Partenza da Dobbiaco per Monguelfo, Valdaora, Brunico e salendo sempre su pista ciclabile la Val di Tures, arriviamo a San Giovanni Val Aurina per cena e pernottamento (mangiato male...) (Km. 51)

2° giorno: Partenza dall'albergo (senza troppi rimpianti..) e facendo a ritroso il percorso, si passa Campo Tures, Brunico, Vandoies, Rio Pusteria.

Si caricano le bici sullo scomodissimo carrello multiuso e si torna a casa (Km. 57).

Note: rotto freno e pedale. Problema sopperito con una bici di scorta.

PARTECIPANTI: 52

 

clicca per le foto

 

 

Per il 2008 gita di maturità psico-fisica per i partecipanti, con la "Prova delle tre province" (BZ-TN-VR)

 

14 - 15 GIUGNO 2008

MERANO - TRENTO - ALA (Km. 120)

Capigita: Nicolli - Damo - Barazzoni

1° giorno: Partenza dalla periferia di Merano e, costeggiando il fiume Adige, si arriva a Ponte Adige dove, presa la pista ciclabile costruita sul percorso della vecchia ferrovia Bolzano - Caldaro, si arriva ad Appiano. Costeggiando il Lago di Caldaro in mezzo a frutteti e vigneti, si arriva ad Ora.

Serata con visita guidata ad un'azienda vitivinicola e con "gaiarda" degustazione del prodotto locale: come si poteva rifiutare... si sarebbero offesi.

Cenato benissimo! (Km. 55)

2° giorno: Dopo una sostanziosa ed ottima colazione, costeggiando l'Adige, si scende per la ciclopista del Sole per Trento, Rovereto e Ala dove il percorso diventa un po' monotono nell'ultimo tratto. (Km. 65)

Note: brutto incidente con scontro frontale il primo giorno tra Roberto, un nostro amico ed accompagnatore di Bolzano, ed una signora del posto. Fortunatamente senza gravi conseguenze.

PARTECIPANTI: 50

 

clicca per le foto

 

 

Verso il 2009.... Ormai siamo pronti al grande balzo!

 

 26 - 27 - 28 GIUGNO 2009

TRE GIORNI IN AUSTRIA:

CICLABILE DELLA DRAVA (Km. 164)

Capigita: Nicolli - Damo - Barazzoni

Dopo nove mesi di telefonate, fax, email e caparre arriviamo ad un sospirato accordo con un albergo di Lienz ed un ostello di Spittal per cene e pernottamento.

1° giorno: Partenza da Dobbiaco con brutto tempo. Nei pressi di San Candido fermi tutti... piove! La gita parte con brutti segnali. Dopo la sosta, passati San Candido e Prato alla Drava, la pista ci porta in leggera discesa fino a Lienz e, parcheggiate le bici presso la locale stazione dei pompieri, si cena e si visita la città. (Km. 45)

2° giorno: Lasciata Lienz di buon mattino e continuando a pedalare sulla piacevole ciclabile, attraverso un paesaggio idilliaco, si arriva a Spittal. Dopo una burrascosa assegnazione delle camere presso l'ostello, si va a visitare la città. (Km. 79)

3° giorno: In sella ancora una volta per l'ultimo giorno di fatica... si sa che dopo due giorni di bici la sella non è più molto comoda... Lasciata Spittal si prosegue verso Kellemberg e, sempre seguendo la riva del fiume, si arriva a Villach (sempre sotto la pioggia...). Caricate le bici si prende la via di casa attraverso Tarvisio, Udine, ecc. (Km. 40)

Note: tante, troppe forature...

PARTECIPANTI: 51

 

clicca per le foto

 

 

 

 

02 GIUGNO 2010

TRA FIUMI E LAGUNA:

DA TREVISO AD ALTINO (Km. 70)

Capigita: Nicolli - Barazzoni

Partiti da Treviso con una bellissima giornata di sole e clicca per le foto

fatto il percorso cittadino del fiume Sile, ci siamo immersi

nella lussureggiante vegetazione della campagna fino ad

Altino (da dove parte la famosa "Via Claudia Augusta" che

portava fino all'odierna Augsburg in Baviera).

Dopo aver pranzato e visitato l'interessante museo romano, siamo ripartiti in direzione Treviso per le "alzaie" del fiume Zero.

Dopo pochi minuti... un tuono.... acceleriamo la pedalata, ma non c'è niente da fare... acqua! Fortunatamente troviamo riparo in una chiesa a

Casale sul Sile fino alla fine dell'acquazzone, anche se ormai eravamo già bagnati fradici...

Note: qualche foratura e due piccoli incdenti con un ginocchio sbucciato.

PARTECIPANTI: 32

 

clicca per le foto

 

 

 

01 MAGGIO 2011

MAROSTICA - MONTE BERICO e ritorno (Km 60)

Capigita: Nicolli - Barazzoni


Tradizionale prima uscita a Monte Berico: per strade secondarie e poco trafficate, ci portiamo a Vicenza e su, per l'impegnativa salita, arriviamo al santuario. Dopo una preghiera, il pranzo al sacco ed una cioccolata calda (!!!) al Bar del Pellegrino, scendiamo in Piazza dei Signori e poi via verso Sandrigo. A casa dei sempre gentilissimi Caterina ed Arturo ci aspetta un "frugale" spuntino... anche perchè, dopo la "mistica", c'è la "mastica"!

PARTECIPANTI: 39

 

 

2011

 

 

 

2010

 

 

02 - 03 LUGLIO 2011

VAL VENOSTA IN BICI (Km 120)



Capigita: Nicolli - Barazzoni

1^ giorno: Partenza dal Lago di Resia per la nuova pista che costeggia il lago a sud e, una volta superata la diga di San valentino, ci rimettiamo nel vecchio percorso.
Percorriamo l'impegnativa discesa fino a Borgusio e Glorenza e, dopo la sosta per il pranzo e le riparazioni del caso (foratura e manubrio rotto), si riparte con destinazione Corzes. Dopo l'ottima e abbondante cena dal nostro amico Alfred, tutti a letto presto. L'indomani ci aspetta un'altra bella pedalata..

2^ giorno: Giu' dalle brande all'alba: colazione e partenza per Castelbello, Naturno (dove assistiamo alla processione del Corpus Domini in abiti tradizionali tirolesi) e via per la nuova pista denominata "Piccolo Stelvio" fino a Merano dove ci fermiamo in una tavola calda. Dopo la sosta, via tutto d'un fiato fino a Ponte Adige (nei pressi di Bolzano), dove ci attende l'autobus con il nuovo carrello portabici (novità dell'anno) e in breve tempo e poca fatica, carichiamo le bici e facciamo ritorno a casa.

Note: Viste le numerose richieste, si e'riproposta la stessa gita intrapresa nel 2006 con alcune varianti.

PARTECIPANTI: 50



clicca per le foto

 

 

30 GIUGNO - 01 LUGLIO 2012

CICLABILE DELLA VALLE ISARCO (Km 118)

 

Direttori di gita E. Nicolli - A.L. Barazzoni

Difficolta': cicloturistico - 1° giorno km. 57 - 2° giorno km. 61

Primo giorno: ore 5.30 partenza da Sandrigo -ore 6.00 da Marostica - in PULLMAN

Secondo giorno: rientro a Marostica alle 20.30

Con questa suggestiva escursione in bicicletta, si va ad effettuare un itinerario per noi inesplorato e divenuto ormai una classica cicloturistica, ben frequentata dai mesi primaverili fino all'autunno inoltrato, complice anche il buon microclima della valle. La ciclabile si snoda nel verde, tra masi, borghi, musei, trattorie tipiche, chiese e cappelle, in leggera e costante discesa. Dal Passo del Brennero, scendiamo verso Vipiteno con il suo caratteristico centro storico, per proseguire poi fino a Fortezza, l'Abbazia di Novacella e giungere a Bressanone, dove pernotteremo. Il giorno seguente, ci vedra' pedalare lungo le rive dell'Isarco, verso l'affascinante cittadina di Chiusa e poi, giu' ancora, a cogliere il capoluogo Altoatesino. Proseguiremo la discesa dell'Isarco fino ad Ora.

 

 

clicca per le foto

 

 

01 MAGGIO 2013

MAROSTICA - CASTELFRANCO e ritorno (Km 70)

Partenza 8.30 da Marostica (Casa di Riposo "Rubbi")

Arrivo ore 17.00 -18.00

Pedaliamo, attraverso strade a basso traffico, verso Riese Pio X e precisamente a Spineda, frazione di circa 1000 abitanti, che deve il suo nome, probabilmente, agli arbusti spinosi che un tempo infestavano il territorio, provato dalle soventi alluvioni del Torrente Musone. Lungo la pista ciclabile, ricavata sull'argine del canale artificiale scavato nel lontano '600, chiamato " Muson dei Sassi ", ci avviciniamo alla città del Giorgione, Castelfranco Veneto, città murata ricca di cultura e storia, che andremo a visitare dopo la sosta pranzo. Il rientro avverrà sullo stesso tragitto dell'andata.

Partecipanti: 35

Direttori di gita: M.A. Polita - A. Barazzoni

 

 

clicca per le foto

 

 

 

29 - 30 GIUGNO 2013

CICLABILE DELLE DOLOMITI(Km 124)

(CAMPO TURES - CALALZO)

Direttori di gita E. Nicolli - A.L. Barazzoni

Partecipanti: 51

Difficoltà: cicloturistico

Primo giorno: ore 5.30 partenza da Sandrigo - ore 6.00 da Marostica - in PULLMAN

Secondo giorno: rientro a Marostica alle 20.30

 

Partiti da Campo Tures in perfetto orario, abbiamo tenuto un'andatura sostenuta a causa del tempo minaccioso fino a Brunico e, via di questo passo (pardon di questa pedalata), ci siamo fermati solo a Monguelfo per un pranzo veloce. Sosta a Villabassa per un caffè e infine arrivo a Dobbiaco per cena e per il pernottamento presso l'albergo "Urthaler": trattamento con i fiocchi.

Il secondo giorno, partiti al suono delle campane della vicina chiesa, sotto un sole splendido, abbiamo imboccato la Val di Landro e non senza fatica siamo passati per Cima Banche, Cortina (con sosta pranzo), San Vito di Cadore e infine Calalzo. Le nostre fatiche sono state ripagate da splendide visioni delle Dolomiti di Sesto, la Croda Rossa, il Cristallo, le Tofane, il Sorapis, ecc.

Molti consigliano i capi gita di ripetere il giro fra qualche anno, ma ... si vedrà!

 

clicca per le foto

 

 

 

28 - 29 GIUGNO 2014

CICLABILE CARNICA (Km 150)

(da Kotschach-Mauthen a Venzone)

Bellissimo percorso, tutto pianeggiante, nella valle del Gail con giornata stupenda fino al nostro arrivo a Arnoldstein, dove abbiamo pernottato.Il secondo giorno, partiti con il tempo incerto, abbiamo pedalato asciutti fino a Ugovizza poi sotto la pioggia siamo arrivati a Pontebba. Per decisione unanime, Venzone l'abbiamo raggiunta in pullman.

Direttori di gita E. Nicolli - A.L. Barazzoni

Partecipanti 51

 

 

clicca per le foto

 

 

 

 

25 - 26 - 27 LUGLIO 2014

CICLOPISTA TRE VALLI (Isarco, Adige, Brenta) = Km 255

(dal Passo del Brennero a Marostica)

Partiti dl Passo del Brennero con una splendida giornata, abbiamo passato Vipiteno, Bressanone, Chiusa e Prato Isarco, dove abbiamo pernottato senza problemi. Il secondo giorno, partiti con un pallido sole, subito dopo Bolzano, è cominciato a piovere a dirotto fino a Trento, dove abbiamo trovato il pullman (per fortuna !), che ci ha trasferiti a Caldonazzo. Il terzo giorno con un tempo minaccioso abbiamo percorso tutta la Valsugana fino a Primolano con sosta per il pranzo e poi senza indugio, stanchi ma soddisfatti, a Marostica.

Partecipanti 27

 

 

 

 

 

 

 

26 - 27 - 28 GIUGNO 2015

PARENZANA (Parenzo-Trieste) = Km 150

 

Una tre giorni su un percorso bello e selvaggio, che ci ha fatto conoscere un'Istria a noi sconosciuta. Unica nota dolente le troppe forature (24!).

Direttori di gita E. Nicolli - A.L. Barazzoni

Partecipanti 50

 

 

vedi le foto

 

 

 

 

25 -26 GIUGNO 2016

CICLOVIA ALPE ADRIA (Dai LAGHI DI FUSINE a SPILIMBERGO) = KM 140


Bellissima gita il primo giorno, il secondo guastata dal brutto tempo, ma riscattata, alla grande, con visita alla fiera del prosciutto di S.Daniele Del Friuli e alla scuola dei mosaicisti di Spilimbergo.

Partecipanti 50.

 

 

vedi le foto

 

 

 

 

PEDALARE IN SICUREZZA E IN ARMONIA CON L'AMBIENTE

 

DECALOGO DEI BIKERS

 

1. Controllare l'efficienza della bicicletta: i freni, la pressione delle gomme e l'usura.

2. Portare il necessario per una riparazione d'emergenza.

3. Usare il casco e soprattutto farlo indossare ai ragazzi.

4. Usare un abbigliamento adeguato e un capo impermeabile.

5. Rispettare i segnali stradali e le indicazioni presenti sul percorso.

6. Usare il campanello per avvertire il sorpasso.

7. Segnalare la svolta con il braccio.

8. Mantenere un' andatura tranquilla nel rispetto degli altri utenti (ciclisti e pedoni) tenendo la destra sulla propria corsia di marcia, evitando cambi improvvisi di direzione.

9. Non attraversare campagne, prati o boschi ma rimanere nella sede segnalata.

10.Non lasciare rifiuti; portare con voi i vostri e se possibile raccogliere quelli abbandonati da altri.